Servizio Pubblico

Servizio Pubblico (da giovedì 3 novembre)È da poco finita la conferenza stampa di Michele Santoro dalla sede dell’FNSI. Argomento? Il suo nuovo programma che andrà in ondà per la prima volta giovedì 3 novembre alle 21:00. Dove? Beh, questa è la novità. Servizio Pubblico – che in principio doveva chiamarsi Comizi d’Amore (un omaggio a Pier Paolo Pasolini) – sarà visibile in multipiattaforma. La diretta verrà trasmessa dal sito web di Servizio PubblicoIl Fatto Quotidiano, Repubblica.it e Corriere della Sera, ed inoltre, sul canale 504 di Sky (Sky TG24 Eventi).

E per chi non ha Sky ne internet? No problema, la diretta verrà trasmessa anche da un network di emittenti locali. Per la Calabria avremo Video Calabria che trasmetterà in chiaro l’evento. Per chi ha Sky o riesce a prendere Video Calabria, il consiglio è di vederselo comodamente in TV, perché la rete sarà molto probabilmente congestionata e sono sicuro che imprecherete in turco quando il buffer video si svuoterà nel momento meno opportuno (esperienza personale docet). Inoltre, vedere un evento del genere seduti davanti ad un pc è un pò scomodo e poi facciamo anche noi un servizio pubblico, ovvero decongestioniamo la rete e diamo la possibilità a chi lo guarda via internet di avere un servizio più fluido.

Michele Santoro in Servizio PubblicoOvviamente ci sarà la squadra di Annozero al gran completo (o quasi). Michele verrà affiancato dall’inseparabile Vauro Senesi, da Marco Travaglio, Sandro Ruotolo (a cui oggi scade il contratto con la RAI) e Giulia Innocenzi. Mancherà all’appello Corrado Formigli il quale sta attualmente conducendo un programma di approfondimento per La7. Il titolo della puntata di debutto sarà “Azzerare la Casta” anche se in precedenza si parlava di “scassare” la casta, in onore al motto del neo Sindaco di Napoli Luigi De Magistris che sarà ospite della prima puntata insieme a Diego Della Valle (imprenditore) e sconvolgente ma vero: Valter Lavitola (latitante) in collegamento dal Sud America.

Possiamo dire che sto Lavitola è proprio un abituè delle dirette (vedi Bersaglio Mobile di Enrico Mentana) . Noi siamo l’unico Paese al mondo che riesce ad invitare i latitanti in trasmissioni televisive senza riuscire però ad acciuffarli. Pazienza, una cosa alla volta. Ora mettetevi comodi, lo spettacolo sta per cominciare.

Be Sociable, Share!

About Simone Spaccarotella